Il fascino secolare dei «problemi scacchistici»

Il fascino secolare dei «problemi scacchistici»

 

in La Sicilia, 22 luglio 2004, p. 42.

 

L’idea di inserire nella rubrica dedicata ai Giochi anche problemi scacchistici è un’iniziativa lodevole del quotidiano “La Sicilia”. La nostra Isola vanta infatti numerosi appassionati  del nobile gioco ed alcuni scacchisti di alto livello: basti citare ad esempio il catanese  Fabio Finocchiaro,  grande maestro per corrispondenza che si è classificato sesto al quindicesimo campionato mondiale. I primi problemi di scacchi  («mansubat») apparvero su manoscritti arabi e si diffusero poi ampiamente in Europa in epoca medioevale. Nel Seicento tali composizioni di fantasia erano chiamate più comunemente «partiti di sottilità»; invece i giocatori siciliani li indicavano con i termini tecnici  «giochi rotti» o «tratti posticci». Il militellese Don Pietro Carrera dedicò ai problemi un intero capitolo del suo fondamentale trattato del 1617. Alla fine dell’Ottocento vi fu in Sicilia la fioritura di rubriche scacchistiche che bandirono concorsi di soluzione. Ricordiamo ad esempio il Giornale di Sicilia, il Corriere di Catania (1896-97), Il Sancio Panza, (1899), La Tarantola (1899).

In riferimento al problema di scacchi  pubblicato su «La Sicilia» del 17 luglio (p. 25),  la soluzione proposta per quel matto in 3 mosse era palesemente errata e qui di seguito mi permetto di  indicare l’esatta continuazione: 1. Re2 Rb3 2. Dd2 Ra4 3. Db4 matto (se 2… Rc4 3 Dd3 matto).

Prof. Santo Spina.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pubblicazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...